Mi Nutro Di Vita TI ASCOLTA


logo_MNVTiAscolta.jpg


Mi Nutro Di Vita Ti Ascolta è uno SPAZIO PROTETTO DI ASCOLTO ATTIVO,

compartecipe, libero da ogni forma di giudizio, cui poter scrivere e/o chiedere aiuto,

trovandovi accoglienza, sostegno e un'opportunità preziosa di condivisione.


Contatta FRANCESCA all'indirizzo mail: mndv.fiocchetto.lilla@gmail.com

 


Sono Francesca e il mio contatto con l'Associazione Mi Nutro di Vita posso dire che è stato del tutto casuale, anche se poi  penso che nulla accada per caso. Stavo cercando una struttura, ente o associazione per poter svolgere il mio tirocinio in quanto mi stavo formando in Mindfulness Counselor. Premetto che ho sofferto di anoressia e bulimia per oltre 20 anni e l'idea di fare un tirocinio nel settore dei DCA,  non mi allettava per nulla in quanto non me la sentivo di andare a riaprire delle porte che io avevo ormai definitivamente chiuso. Ma poi, navigando su internet, "casualmente", la mia attenzione è andata sul sito di Mi Nutro di Vita. Ho scritto all'associazione proponendomi come tirocinante (pur nutrendo dentro di me molte titubanze). Mi ha risposto il presidente Stefano Tavilla proponendomi un incontro nella serata di auto aiuto che si sarebbe tenuto il mercoledì successivo a Pieve Ligure.  Decisi di andare. Era il 9 marzo 2016. Prima però - mi sono detta - mi informo meglio sulla persona che mi ha risposto.  Ho trovato su una pagina di internet un articolo che parlava della storia di Stefano e di sua figlia, Giulia. In un attimo, mi è arrivata una sensazione fortissima al petto, quasi come se mi avessero dato un pugno. E ho provato un senso di colpa verso Giulia. Perché, nonostante avessi straziato il mio corpo per ben 20 anni, io ero viva. In quel momento, è scattato un qualcosa di profondo in me stessa, come un click. Non potevo più fregarmene. Il click ha spalancato tutte le porte chiuse del mio passato. In quel momento, non mi importava più nulla del tirocinio, io sarei rimasta in ogni caso nell'associazione per portare anche solo la mia testimonianza, se questo poteva essere utile. Il martedì successivo era il 15 marzo. Sono andata alla giornata nazionale del fiocchetto lilla tenutasi a Genova. Un fiume di emozioni. Ho capito ancora di più che non potevo starmene con le mani in mano. C'era bisogno di aiuto e, io, volevo essere di aiuto. Ne ho parlato a Stefano e lui ha cominciato a indirizzarmi per posta elettronica le richieste di aiuto arrivategli da alcune ragazze. Lentamente, si è come creato uno  spazio di ascolto protetto, libero da ogni forma di giudizio. Quando ero dentro la malattia, ricordo che per me era importante  scrivere quello che mi accadeva e lo facevo attraverso il mio diario personale. Mi serviva perché mi alleggeriva il peso che sentivo dentro. Il peso delle emozioni.....Ho pensato che sarebbe stato bello trasmettere in questo spazio di ascolto questa modalità del diario. Con la differenza che, mentre io scrivevo e non c'era nessuno che di rimando mi rispondeva, in questo spazio la persona scrive ma dall'altra parte ci sono io, che accolgo, condivido, sto con lei e le sue parole. E penso che questo possa diventare una risorsa per la persona che chiede aiuto. In futuro mi piacerebbe creare nel Levante ligure anche uno spazio di sostegno e accoglienza rivolto ai genitori. La difficoltà sta nel trovare un luogo per poter avviare questo progetto che mi e' molto caro poiché i familiari, come  spesso vedo nelle serate di auto aiuto che si tengono a Pieve Ligure, si trovano ad  affrontare da soli dei vissuti carichi di sensi di colpa e impotenza. E vorrei potesse crearsi, in questo senso, una rete di sostegno.

E per concludere, ultimamente, ho avuto la possibilità di conoscere delle persone di cui nutro una forte stima per la grandiosità del loro essere e operare. Ebbene, queste persone rappresentano per me un modello per portare avanti le mie idee e propositi. Ma non dimentico che il fuoco che alimenta e tiene viva la mia motivazione è e rimane Giulia. Giulia e il suo click dentro di me. 

 

                                                            Francesca

2017_MNVTiAscolta_Francesca.jpg



2017_MNVTiAscolta_testimonianza01.jpg

2017_MNVTiAscolta_testimonianza02.jpg

2017_MNVTiAscolta_testimonianza03.jpg